25/11/07

Filet à la Campi™

Ero da Alzi oggi. Abbiamo cucinato assieme e tutto sommato passato delle ore piacevoli. Non abbiamo dato fuori di testa lei ed io come al solito.
Mentre lei mi narrava di tristi storie della sua gioventù io tutto d'un tratto mi sono ricordato.
Questo blog sta diventando un remake di "Es muss nicht immer Kaviar sein" di Simmel.
In italiano si trova come "Non è sempre caviale".
Che alterna avventure a ricette.
E visto che di cose attualmente pubblicabili o da dare in pasto al pubblico internauta non ne ho eccomi con una ricetta che non è mia ma degna di essere provata.
Creata da mia madre -cuoca eccellente- negli anni 60.
Della quale sono andati persi dei pezzi che però cerco di riassumere così:

Per 4 persone, come secondo piatto:
-8 fette di filetto di manzo alte 1.5cm
-3 cipolle medio grosse
-prezzemolo qb
-rafano
-ketchup
-worchester sauce
-cognac (Martell)
-sale e pepe qb

Preparazione:
Si fanno rosolare le fette di filetto fino a quasi cottura e si ripongono in una teglia calda e si tengono in forno in modo che non si raffreddino.
Nella padella usata per il filetto si aggiungono le cipolle tagliate a fette medio fini e si fanno rosolare aggiungendo di mano in mano la ketchup, la Worchester e uno spruzzo di cognac fino a farle diventare trasparenti.
Ora si aggiunge il rafano e il prezzemolo.
Dal forno si recupera il filetto e si posa nel soffritto.
A fiamma bassa si fa amalgamare.

Servire rigorosamente con patate lesse.

Vino: Nebbiolo o Inferno.

Stuzzica?
A dire il vero è un piatto eccezionale.

1 commento:

Paolo Zellner ha detto...

Posto qualche commento per conto di altri !
Allora L e T da Merano dicono::
Caro Cuoco,

passato il tutto a T. che così sentenzia:

- cipolle: sicuramente non quelle gialle.
O rosse (meglio se di Tropea, più dolci) o bianche.
- rafano: meglio fresco se di accertata qualità e potenza.
- senape: mettere in tavola e lasciare ai commensali la decisione.
Già il rafano, in giusta quantità, dovrebbe bastare agli altri tre.
Certo, non a P.....
Smac (da T)
Ciao

S e L commentano:
riguardo la ricetta: con il rafano fresco (+piccante), vasetto (- piccante) diventa piatto di tua madre e stop. Senza rafano e senza ketchup ma con senape diventa filetto alla Voronoff.
il filetto alla Campi normalmente e un filetto in salso piccante, il filetta alla Voronoff prevede vino bianco, senape, cipolla, rosmarino, brandy...eviterei panna, crème fraiche e affini
Infine ecco la ricetta in lingua madre pader o come volete dì ricevuta da H.

Rinderfilet a la Casa


Öl und Lorbeerblatt erhitzen
Filetscheiben (nicht zu dick ) von beiden Seiten anbraten.herausnehmen warm stellen
Fett mit Kognak flambieren.
2 große Zwiebeln würfeln.
25gr Butter dazugeben
Zwiebeln darin glasig dünsten ,
Meerrettich,Senf, Ketchup, 1/8 lSahne,dazu geben,verrühren evtl noch etwas Milch zugeben mit Salz,Pfeffer , und ,viel Petersilie abschmecken.
Die fertige Soße über das Fleisch gießen.

Dazu Kartoffelpüree,und Erbsen,Möhren rreichen.

The plot thickens...