18/06/08

Portatili per Africa

Ciao Ragazze e Ragazzi,
Vengo da voi con una richiesta particolare.
Andate a vedere questa pagina sul Web e se potete donate loro il vostro vecchio ma funzionante portatile.
Che sia funzionante!
Mettetevi, se volete direttamente in contatto con Claudio Marchini (MD2475 at mclink.it).
Io penso di passar loro un PowerBook Wallstreet che in origine volevo tenere in bacheca.

È per una buona cosa e so che siete buoni.

PS: Idem vale per telefoni cellulari!

5 commenti:

aldo ha detto...

ti pongo il seguente quesito:
Un numero è composto da 4 cifre:
La differenza tra quelli in posizioni pari e quelli in posizioni dispari è 2
La somma tra il primo e il quarto è uguale alla somma del terzo con il quarto
Il prodotto fra essi è zero
La differenza tra il numero e lo stesso numero scritto al contrario (abcd-dcba) è uguale a 9 volte il numero scritto al contrario (9*dcba)
Trovare il numero

non vinci nulla ma se ci riesci 6 un vero macuser....

Lupo

aldo ha detto...

nn so....P, vai a rileggerti i c/v, tutto basato su organizzazioni e partecipazioni di vendite di fumo....il volontariato è altro e tu lo sai benissimo!!!! non mettiamo la politica attraverso la persona please....il riskio è alto!!!! buon senso...ricorda!!!! se si vuole aiutare veramente si parte e si fa.....nn si dona!!!!!

verdementa ha detto...

Non ne ho la benchè minimissimissima intenzione... sono cattiva, cattivissima... al massimo potrei partecipare ad una colletta per mandare in Africa VAGONATE di anticoncezionali... per il bene loro, e di tutta la Terra

Paolo Zellner ha detto...

Hey Verde,
mica servono.
Serve portarli li dove siamo noi. Annebbiati dalla TV, dai media, dal Grande Berluschello, portati ad essere onesti consumatori che dopo diverse generazioni (devono smaltire i grassi dei loro genitori) si accorgono che il tutto non è più gestibile.
Poi si che di figli ne famo meno.

verdementa ha detto...

Parli così perchè i barconi con 100 clandestini tra cui 20 bambini e 15 donne, DI CUI 18 INCINTE, arrivano qui mica da te... io certe mattine esco di casa e il primo bianco lo incontro dopo almeno un chilometro... manco fossi in Senegal... comincio ad avere seri problemi di identità... invece in Spagna, a pochi metri dall'Africa, neri (pardon, DIVERSAMENTE COLORATI) non ce n'erano.. si vede che loro il sistema l'hanno trovato