31/08/08

Ile du Levant

Non ero un fan della Francia: Mi fa schifo la cucina e il vino.
E già questo basta.
Però il Last Minute chiamava.
Porquerolles piena.
Ex post possiamo dire: Per fortuna. Vista e cassata: troppa gente e troppo casino.
Andiamo a finire a sull'isola più a sinistra.
La Brise Marine come albergo (needs some TLC).
OK si parte: Zmobile ci traspone sul bordo del mare. Un traghetto carissimo ci porta sull'isola. meglio, scoglio. Tutto in salita. Niente spiagge.
La gente, poca, si perde.
Niente cagnara. Dopo le 9 silenzio.
Clima perfetto con freddino di notte e sole* di giorno.
Mare* cristallino (è zona protetta).
Gente alla mano.
Anzi simpatica perlopiù.
Settimana passata tra finire la lettura di The Shock Doctrine, stare all'ombra o al sole*, immergersi in quel liquido ostile che è l'acqua salata* trovandola quasi piacevole, facendo trecking sui sentieri, criticando la cucina (non abbiamo bevuto vino), schiacciando scorpioni in stanza, fotografando farfalle, dormendo come ghiri, immaginando G come abitante ideale dell'isola, trovare dopo una camminata di 2ore e 30minuti su Port Cros un angelo come C che ci dà un passaggio in barca a vela, ascoltando un concerto di flauto (il digeridoo non è catalogato come flauto), inciampando in L che è un'artista e cuoca dai quadri e statue soleggiati e trovare armonia.
Ci torneremo?

*PZ di regola evita il sole, la spiaggia e l'acqua salata.

3 commenti:

MaBu ha detto...

intanto please posta su google maps

Paolo Zellner ha detto...

Basta dire a sx di Port Cros.
No maps.
Decisamente più a nord della tua isola.

papillon ha detto...

Tornare a Levant, dove sorge il sole?
dove non riesci a contare le farfalle che ti volano intorno ogni giorno e le stelle marine che vedi, dove incontri gente semplice, che ti saluta senza pudore: "Bonjour!" "Bonjour!". Buona giornata a te, forestiero.

Chissà, forse un giorno ci torneremo davvero, e non per caso.

La vita a volte ti sorprende piacevolmente